Venerdì, 21 Luglio 2017

Seminario a Vicenza

La valorizzazione dei beni UNESCO attraverso la loro protezione

Lunedì 18 febbraio, ore 15
Palazzo Bonin Longare - Piazza Castello 3, Vicenza

LocandinaVicenza - Un seminario di alto profilo che è stato anche l’occasione per festeggiare la  felice collaborazione tra la Fondazione Enzo Hruby e il Comune di Vicenza. Sono infatti terminati i lavori per la protezione della Basilica Palladiana sostenuti dalla Fondazione con la collaborazione della società Pieffe Sistemi di Vicenza e di Riello UPS di Legnago (VR).
Dopo i saluti del Presidente di Confindustria Vicenza Achille Zigliotto e del Vice Sindaco di Vicenza Alessandra Moretti, si sono susseguiti gli interventi dei relatori moderati da Nicoletta Martelletto del Giornale di Vicenza. Dalle loro trattazioni è emerso che la protezione dei beni UNESCO è presupposto indispensabile per la loro valorizzazione, da perseguire “attraverso politiche culturali di ampio respiro “capaci di inventare nuove relazioni, nuove trame tra uomini e cose, tra flussi immateriali e luoghi modellati dalla storia”, come ha sottolineato l’Assessore alla progettazione e innovazione del territorio ed alla cultura del Comune di Vicenza Francesca Lazzari, ma anche con l’attività di coordinamento e supporto tecnico-scientifico svolta dall’Ufficio Patrimonio Mondiale UNESCO del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, come ha messo in evidenza la referente Francesca Riccio. Punto di riferimento importante per il Ministero è l’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO, il cui Presidente Claudio Ricci, Sindaco di Assisi, ha illustrato i filoni di intervento.
Carlo Hruby, Vice Presidente della Fondazione Enzo Hruby, ha portato portato testimonianza dei progetti sostenuti dalla Fondazione a tutela dei beni italiani dichiarati Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO, sottolineando come la protezione di un bene contro furti, sottrazioni e vandalismi sia la prima forma di tutela e il presupposto indispensabile per la sua valorizzazione. Carlo Hruby ha anche messo in luce la particolare rilevanza del progetto sostenuto a Vicenza, dove la protezione si integra alla valorizzazione grazie a una particolare telecamera che offre una visione panoramica a 180 gradi sulla Basilica Palladiana e su Piazza Dei Signori e consente di visionare le immagini tramite Internet. Durante il seminario sono state proiettate le immagini riprese da questa telecamera e da quelle all’interno delle 45 cappelle del Sacro Monte di Varallo, Anche in questo caso, il progetto di videosorveglianza, sostenuto dalla Fondazione Enzo Hruby e realizzato da Centro Sistemi Antifurto di Torino, oltre ad assicurare la protezione, permette di valorizzare il complesso consentendo a chiunque di realizzare una vera e propria visita virtuale attraverso Internet. A illustrare il progetto Giacomo Gagliardini, Presidente dell’Ente di Gestione Sacri Monti del Piemonte. A conclusione del seminario, il Comandante della Polizia Locale del Comune di Vicenza Cristiano Rosini ha nuovamente ribadito l’importanza del progetto sostenuto dalla Fondazione Hruby a Vicenza, dove la qualità delle immagini offerta dalle 22 telecamere a protezione della Basilica Palladiana, il loro posizionamento strategico e l'integrazione con le altre telecamere della videosorveglianza urbana si rivelano fondamentali per controllare meglio e individuare gli eventuali fenomeni criminosi.

RASSEGNA STAMPA
pdfSCARICA IL PDF

seminario1p   drhrubyp   pubblicop   seminario2p